Progetto StiKa

Contante fino a 3mila euro: effetti sulle PMI

Innalzamento soglia contante a 3mila euro nella Legge di Stabilita' 2016: nuove regole e procedure, pagamenti interessati ed eccezioni.

Contante TETTO 3mila euro

Le PMI del commercio salutano con soddisfazione l’innalzamento a 3mila euro del tetto al contante nella Legge di Stabilità 2016, mentre sul fronte politico la misura provoca polemiche concentrate sul rischio evasione fiscale: vediamo come si configura la norma e quali sono le diverse posizioni sul provvedimento nel testo della manovra.

Contanti fino a 3mila euro

Il tetto riguarda tutti i pagamenti:

  • Acquisto di beni fisici nei negozi,
  • acquisto di servizi e prodotti,
  • versamento di stipendi e prestazioni,
  • operazioni con clienti e fornitori,

Eccezioni

  • I turisti stranieri non europei potranno pagare in contanti somme fino a 15mila euro presso negozi e agenzie di viaggio
  • Agli Europei e ai residenti nello spazio economico europeo (che comprende anche Liechtenstein, Islanda e Norvegia) si applica il tetto dei mille euro.
  • Il tetto non si applica alle operazioni con la propria banca (depositi, prelevamenti ecc.). Sanzioni dall’1 al 40%, con un minimo di 3mila euro.

 

Nuove regole

L’inserimento nella Legge di Stabilità comporta l’attuazione dal primo gennaio 2016 l’entrata in vigore della nuova soglia per effettuare in contanti pagamenti superiori ai mille euro, limite attuale introdotto dal Salva Italia 2011. E’ prevista una specifica procedura per i negozianti, che devono comunicare alle Entrate gli estremi del conto corrente su cui depositano questi incassi. 

 

(fonte: PMI.it)

 

Progetto StiKa©
info@progettostika.it
Distinguersi è importante, distinguersi con stile è Progetto StiKa©